ANCONA: CAMPIONATI ITALIANI ASSOLUTI INDOOR

GRANDI RISULTATI SU PISTA MONDO


Agli Assoluti indoor di Ancona Gianmarco Tamberi si impone saltando al primo tentativo 2,32. E'  seconda prestazione mondiale dell'anno dopo il 2,35 del giapponese Naoto Tobe, e migliore misura d'Europa. Tamberi vince così il titolo di campione italiano. In campo femminile, titolo a Elena Vallortigara. La vicentina dei Carabinieri con 1,92 migliora di due centimetri il primato personale indoor e anche l'1,90 dell'esordio di sabato scorso a Banska Bystrica. La gara si decide a 1,92, quota mancata da Alessia Trost (Fiamme Gialle) 
Francesco Fortunato invece porta a casa un World Lead nella 5km con 18:47.63.
Grande anche la gara di salto triplo. Simone Forte (Fiamme Gialle) atterra al 16,76 del personal best e si laurea campione italiano, diventando il settimo azzurro di sempre al coperto. La campionessa europea under 20 del cross Nadia Battocletti (Fiamme Azzurre) demolisce il record italiano juniores con 9:18.33 (precedente 9:34.17 di Adelina De Soccio nel 2005). Titolo nei 60 metri per Johanelis Herrera (Atl. Brescia 1950 Ispa Group), che stampa sul display il 7.32 del personale eguagliato.
Negli 800 metri la mezzofondista Eloisa Coiro (2:05.74) abbatte il personale di quasi tre secondi e sale al secondo posto delle liste juniores di sempre.

Il palcoscenico di tali perfomances è stata la pista ad INCLUNAZIONE IDRAULICA fornita da MONDO.

La città di Ancona ha inaugurato nel 2005 il suo Palaindoor. Tale struttura  è dotata di 1600 posti a sedere, la pista centrale e una laterale a sei corsie. E' un impianto versatile, grazie soprattutto alla scelta di realizzare un pista ad inclinazione idraulica che permette di utilizzare l'impianto in maniera diversificata: quando il parterre della pista è a riposo si possono ospitare attività collaterali (competizioni di scherma, mostre, concorsi e fiere); in questo modo è più agile trovare le risorse economiche necessarie alla gestione dell'impianto. Il palazzetto è stato progettato da Roberto Buccione, rinomato ex atleta italiano, il quale attualmente svolge la sua attività di libero professionista nella progettazione di impianti sportivi. L'impianto ha subito un intervento di manutenzione straordinaria nel 2018: rinnovamento delle 8 corsie del rettilineo centrale e delle pedane del salto lungo, triplo e con l'asta, che risultavano usurate. Ecco le parole dell'architetto al termine dei lavori di manutenzione recentemente conclusi: "vedere questo impianto ancora in vita è una grande soddisfazione come architetto ma è anche motivo di orgoglio civico perché il comune di Ancona è stato in grado di mantenere vivo e attivo uno fiore all'occhiello dell'atletica indoor Italiana