BREAK DANCE: DALLE STRADE DEL BRONX ALLE OLIMPIADI. SU PAVIMENTI MONDO


La break dance si riscatta. Una danza nata nelle comunità afro-americane del Bronx, must della cultura hip-hop, diventa uno sport olimpico. E MONDO fornirà due pavimentazioni su cui i giovani atleti provenienti da tutto il mondo si sfideranno nelle battle sul beat a suon di freeze e powermoves, che sono solo alcune delle categorie dei passi di un ballerino.

A Buenos Aires la break dance non sarà l'unica novità: la disciplina sbarca all'ombra dei cinque cerchi insieme al Futsal (di cui MONDO fornirà anche le pavimentazioni), karate e all'arrampicata sportiva. Come ogni sport ammesso alle Olimpiadi, anche nelle prove di break dance ci saranno prove per uomini, donne - 12 atleti di altrettanti paesi per parte - e una battle a coppia mista.

I luoghi dedicati a questo sport saranno locati presso il Parco Olimpico della Gioventù, situato nella zona sud della città, di fronte al Villaggio Olimpico. Il suo  leitmotiv  è la diversità culturale e farà da punto d'incontro per gli atleti e la comunità locale.

MONDO ha sviluppato il sistema di pavimentazione in collaborazione con la World DanceSport Federation. A giugno, il WDSF ha testato il pavimento MONDO e ha confermato che si conforma alle aspettative degli atleti e che soddisfa le esigenti norme che regolano le competizioni della breakdance.

Guarda questo video di Luca Marazzita (alias Kaneki) che prova il pavimento MONDO che verrà installato tra pochi giorni a Buenos Aires!

MONDO. WE INNOVATE. YOU WIN