IN BREVE

Superficie lorda edificata: 6300 mq
Altezza: 40 m
Superficie uffici: 11.000 mq
Postazioni di lavoro: 335
Parcheggio interrato: 200 posti auto

Architettura civile
(Italy)

Costruita in un’area di vecchia industrializzazione, dove prima sorgevano capannoni industriali dismessi, la nuova sede della Fater Spa progettata da Massimiliano Fuksas è un esempio di architettura contemporanea che si inserisce in maniera armonica nel contesto urbano e contribuisce a riqualificare un intero quartiere.

SCARICA NEL FORMATO PDF

Obiettivo sostenibilità

Avete mai sentito nominare la Fater Spa? Probabilmente no. Invece è assai difficile che non conosciate prodotti come i pannolini Pampers, gli assorbenti e salvaslip Lines, i tamponi interni Tampax o i fazzoletti di carta Tempo. Marchi che fanno della Fater l’azienda leader di mercato in Italia nel settore degli assorbenti per la persona.
Fondata nel 1958 dalla famiglia Angelini - che oggi rimane proprietaria del 50 per cento delle azioni, mentre l’altra metà è stata acquisita nel 1992 dalla multinazionale Procter & Gamble - insieme alla leadership di mercato, l’azienda pesarese è detentrice di un altro primato che la rende invidiabile. O, forse sarebbe meglio dire: che rende invidiabili i suoi dipendenti.
Nel 2009 l’istituto Great Place to Work ha infatti proclamato la Fater migliore azienda italiana per la qualità del clima di lavoro. E la costante presenza, da oltre dieci anni, ai primi posti di questa classifica internazionale che premia le aziende in cui è più piacevole lavorare, dimostra che il riconoscimento non è dovuto al caso. È il risultato di una precisa e coerente cultura aziendale. Una cultura d’impresa che, oltre a essere particolarmente attenta alla necessità dare ai dipendenti un ambiente di lavoro stimolante e gradevole da ogni punto di vista, si concretizza anche nel dichiarato obiettivo di “diventare in Italia l’azienda sinonimo di sostenibilità”. Coerentemente con questo ambizioso progetto, la Fater ha individuato una serie di “pilastri della sostenibilità” che comprende: “Iniziative di responsabilità sociale, impegno per migliorare l’ambiente e ottimizzare l’uso di risorse, supporto alla cultura dei comportamenti individuali, sostenibilità economica per generare nuova crescita”, come recita il sito aziendale.
Le azioni tangibili nelle quali si concretizzano questi principi di fondo comprendono la certificazione di gestione ambientale ISO 14001. Ma anche iniziative come, la recente sperimentazione di automobili elettriche e biciclette a pedalata assistita per gli spostamenti dei dipendenti a Pescara e dintorni. Oppure la partecipazione dell’azienda alla realizzazione del sistema di piste ciclabili di Pescara, compreso un avveniristico ponte ciclopedonale. E ancora, il recupero e la riqualificazione di un luogo simbolico della città come lo storico Parco d’Avalos - Riserva naturale della pineta dannunziana. E considerazioni legate alla sostenibilità ambientale hanno di certo avuto un peso rilevante anche nella decisione di trasferire la sede e gli uffici nel nuovissimo Polo Direzionale De Cecco progettato da Massimiliano Fuksas.

Una costruzione amica della città

L’edificio, che con la sua forma e i suoi 40 metri d’altezza è già un punto di riferimento, sorge nel cuore della vecchia area industriale di Pescara. È costituito da due corpi collegati ma distinti: un grande edificio principale basso sul quale si alza una leggera struttura ad anello. Le sue forme eleganti e moderne sostituiscono rugginosi capannoni abbandonati e danno un contributo decisivo alla riqualificazione dell’intera zona. Ogni dettaglio della progettazione è all’insegna della vivibilità, della sostenibilità e, come sempre nelle architetture di Fuksas, di una stretta relazione fra l’edificio e il contesto circostante. Una relazione che va nei due sensi. Per chi è all’esterno, le forme e le vetrate dell’edificio offrono ai passanti scorci sempre mutevoli che ne fanno un punto di attrazione e di interesse visivo. Le oltre 300 persone che lavorano all’interno, dal canto loro, hanno a disposizione cinque livelli di terrazze panoramiche, dal primo al sesto piano, dove rilassarsi, socializzare e passeggiare osservando la loro città e sentendosi partecipi della sua vita.
La compatibilità ecologica è garantita da soluzioni innovative come i “piani bucati” dell’edificio basso, che permettono alla luce naturale di raggiungere anche i punti più interni. Ottenendo così, insieme alla maggiore gradevolezza degli uffici, un notevole risparmio energetico.

L’ecologia dei materiali

Grande cura è stata dedicata anche alla selezione di materiali che garantissero, rispetto dell’ambiente, assenza di emissioni nocive e livelli ottimali di isolamento termico e acustico. Un esempio che vale per tutti è quello che contribuisce in maniera determinante a formare la prima impressione che l’edificio trasmette a chiunque lo frequenti: la pavimentazione del salone d’ingresso. “La progettazione della reception ha preso spunto dal rapporto fra questa importante azienda e il suo territorio”, spiega Antonio Catalano, l’architetto che ha progettato l’ingresso, gli arredi e le pavimentazioni dell’edificio. “La struttura dell’edificio contiene riferimenti alla natura di Pescara come città di mare. Perciò per gli arredi e i pavimenti abbiamo cercato forme e colori che si inserissero con coerenza nel progetto di Fuksas”.
La scelta di una soluzione innovativa come la pavimentazione vinilica Loom, prodotta da Mondo e adottata dalla stessa azienda produttrice per i suoi uffici di Alba, è stata dettata da un insieme di considerazioni: “Abbiamo tenuto conto sia dell’esperienza della Mondo nel settore dei pavimenti resilienti sia dell’ottimo rapporto qualità-prezzo”, proseguie l’architetto, che si sofferma poi su quello che in apparenza è un dettaglio, ma per gli esperti è un punto fondamentale: “l’innovativa soluzione tecnica introdotta da Mondo con le piastrelle a bordi smussati che evitano lo svirgolamento reciproco in caso di non perfetto livellamento del sottopavimento galleggiante”. La gradevolezza dei luoghi - e delle aziende in cui lavorare - è fatta anche dalla cura di questi particolari.

Progetti Simili