IN BREVE

Anno: 2007
Costo: circa 7 milioni di euro
Dimensioni palazzetto: 12.000 mq
Dimensioni sport hall: 55x48m
Capacità: da 1.500 a 2.500 spettatori

Architettura sportiva
(Slovakia)

Nel 2007 la città slovacca di Nitra si è “regalata” un palazzetto dello sport moderno e polifunzionale. Per realizzare il cuore del progetto, la piccola arena al suo interno, è stato chiesto l’intervento di Mondo e delle sue innovative soluzioni.

SCARICA NEL FORMATO PDF

Al servizio dei cittadini

La decisione di costruire il City Sport Hall di Nitra è nata dal desiderio delle autorità locali di mettere a disposizione della cittadinanza (80.000 persone) un palazzetto dello sport più grande, che potesse servire soprattutto per le attività sportive, ma anche per ospitare concerti e altri eventi culturali, come mostre e congressi. Il nuovo palazzetto è stato costruito nel 2007 dall'azienda Inpek, su un progetto dello studio di architettura Barak, guidato dall'ingegnere e architetto Viktor Šabík. Il progetto, completamente finanziato dalla città di Nitra, ha dato vita a una struttura su due piani che al suo interno ospita campi da squash, pareti per il climbing, un fitness centre, una palestra e una sala polifunzionale per praticare vari sport.

Una scelta ponderata

Durante la progettazione del nuovo palazzetto, un'attenzione particolare è stata prestata alla piccola arena presente nella struttura, quella che ospita gli eventi sportivi più importanti. Per occuparsi della pavimentazione e delle sedute della sala principale l'architetto e l'investitore hanno deciso di chiedere l'intervento di Mondo, tramite Koratex, suo distributore in Slovacchia. I progettisti, infatti, erano rimasti piacevolmente colpiti dai risultati ottenuti con una precedente installazione di pavimentazione sportiva Mondoelastic, avvenuta qualche mese prima nel palazzetto dello sport di Pezinok, la cui squadra di pallacanestro era al vertice del campionato slovacco nel 2007. Se per l'installazione delle sedute Mondoseat 6 sulle tribune non si sono dovute superare particolari problematiche, per l'installazione della pavimentazione si è dovuto procedere in un modo diverso dal solito.

Una soluzione particolare

La complessità del progetto del palazzetto di Nitra riguardava l'installazione di un sistema di riscaldamento appena sotto la pavimentazione, e non nel sottofondo di cemento come avviene di solito. “Siccome i tubi del riscaldamento dovevano essere installati sulla superficie del cemento, l'architetto ha dovuto affrontare il problema di come combinare l'installazione dei tubi con quella della pavimentazione in legno”, ricorda Milan Tomso della Koratex. “Il sistema Mondoelastic si è dimostrato adatto per raggiungere l'obiettivo, perché la distanza tra i supporti elastici sottostanti gli strati in legno ha permesso di installare i tubi”.
Poiché il pavimento è elastico, è stato molto importante limitare al massimo il diametro dei tubi, in modo da evitare una potenziale pressione della superficie in legno sui condotti di plastica. Il problema è stato risolto con successo dalla cooperazione tra l'architetto e i tecnici di Mondo e di Koratex, e il sistema di riscaldamento è stato installato sotto la pavimentazione prima dell'installazione di Mondoelastic, che è stato poi posato mantenendo i supporti elastici posizionati fra i tubi.

Perfette condizioni di gioco

A cinque anni dall'installazione, il sistema di riscaldamento sottostante la pavimentazione Mondoelastic continua a funzionare senza problemi. La temperatura è stata impostata al livello stabile di 23/35°C, ciò permette di fornire un certo calore alla sala, che per lo più viene riscaldata con un sistema di aria condizionata, e, soprattutto, di mantenere il campo di gioco sempre asciutto e con una temperatura costante.

Progetti Simili