IN BREVE

Anno di costruzione: 1978
Capacità: 7.000 spettatori
Inizio lavori di ristrutturazione: 2012
Conclusione lavori di ristrutturazione: 2013

Architettura sportiva
(Côte d'Ivoire)

Pavimentazioni, sedute, tabelloni e canestri... le soluzioni Mondo  protagoniste dell'evento di pallacanestro più importante del continente africano.

SCARICA NEL FORMATO PDF

Non solo sport

L'assegnazione dell'organizzazione del torneo di pallacanestro AfroBasket 2013 alla Costa d'Avorio, ha avuto per il paese africano un significato che è andato ben oltre l'aspetto sportivo. “La Costa d'Avorio aveva bisogno di un evento sportivo così importante per una serie di motivi: far tacere tutto il male che si dice del paese e della sua gente, dimostrando il nostro leggendario spirito di accoglienza e ospitalità; rinforzare la coesione sociale, favorendo la riconciliazione tra tutti i figli e figlie della nazione, mostrando la nostra apertura verso il resto del mondo; riposizionare il paese nella scacchiera continentale sia sul piano sportivo che su quello politico”, commenta Florent Bah, Operations Manager di Afrobasket. Dal punto di vista puramente sportivo, il Campionato africano maschile di pallacanestro ha rappresentato anche l'occasione giusta per ristrutturare lo storico palazzetto dello sport della città di Abidjan.

Il palazzetto si rifà il look

Il torneo di pallacanestro si è svolto all'interno del Palais des Sports de Treicheville, palazzetto che può ospitare fino a 7.000 spettatori, la cui costruzione risale al 1978. Nel corso degli anni, l'impianto ha ospitato manifestazioni sportive di pallamano, boxe, pallacanestro, pallavolo, arti marziali e scherma, ma dopo oltre dieci anni in cui non era avvenuta alcuna manutenzione, la struttura appariva in un avanzato stato di degrado. Fino al 2012, quando si è deciso di intervenire con una completa ristrutturazione per permettere alla Costa d'Avorio di ospitare l'ottava edizione della Coppa del mondo francofona di Taekwondo, con la costruzione di una nuova arena per gli sport adiacente a quella principale nel 2013, con due nuovi campi complementari al palazzetto, creati per ospitare le partite e gli allenamenti delle squadre partecipanti ad Afrobasket 2013.

Una corsa contro il tempo

L'impegno di Mondo nel fornire e installare le soluzioni richieste per il rinnovato Palais des Sports è stato notevole. “Il materiale è stato fornito in due differenti fasi del progetto. La prima fase di installazione, nel 2012, è durata circa tre settimane, mentre la seconda fase ha avuto bisogno di un mese di tempo per essere terminata, ed è stata eseguita a ridosso dell'inizio della competizione”, ricorda Alfredo Romanos, export manager di Mondo Spagna. I sette tecnici della Mondo, due dei quali sono rimasti anche durante la disputa di AfroBasket 2013 per garantire l'assistenza tecnica, sono stati impegnati in un vero e proprio tour de force per riuscire a rispettare la deadline dei lavori, prevista così vicina all'inizio del torneo. “A causa di un serio ritardo nella costruzione delle opere civili, quando ci sono state consegnate le parti sportive per installare i nostri prodotti, il tempo a disposizione per svolgere i lavori era molto breve”, continua Alfredo Romanos. “Ci è stato chiesto di eseguire le opere in un tempo record e ci siamo riusciti grazie a uno sforzo eccezionale. È stato un grande successo.”

L'arena principale

Per AfroBasket 2013, Mondo nel 2012 ha fornito e installato pavimentazioni e attrezzatura sportiva. Sul campo principale sono stati installati canestri Mondoathens, lo stesso modello utilizzato nelle ultime tre edizioni delle Olimpiadi e in molti campionati internazionali, e la pavimentazione Fast Break System 2, la stessa utilizzata per il torneo di pallacanestro delle Olimpiadi di Londra 2012. Inoltre, sono stati installati un tabellone segnapunti Pegasus e 1.100 sedute, insieme a quelle da stadio Mondoseat 6 di color verde, arancio, azzurro, giallo e rosso nelle tribune. “Dopo la conclusione del torneo, la pavimentazione Fast break System 2 è stata smontata e immagazzinata , in quanto il campo principale verrà utilizzato con propositi di allenamento. La pavimentazione FBS 2, pensata per gare ufficiali di alto livello, rimarrà immagazzinata e, nel frattempo, i giocatori si alleneranno su una pavimentazione Mondosport con sistema Everlay, recentemente installata nell'arena principale”, spiega Alfredo Romanos.

Piena soddisfazione

Sui campi annessi a quello principale, sono state installate altre soluzioni Mondo: su quello da competizione la pavimentazione fissa in legno Zeta System Fine Tuned, oltre a un tabellone Antares e canestri Mondoathens; su quello d'allenamento, pavimentazione Mondosport 4,5 mm più Everlay 1,5 mm, canestri a parete e un tabellone segnapunti Libra.
“I commenti degli atleti che hanno giocato sulle nostre pavimentazioni sono stati molto positivi. Le pavimentazioni e le attrezzature sportive Mondo sono state molto apprezzate dagli atleti. Le installazioni per Afrobasket 2013 sono di gran lunga le migliori che la Costa d'Avorio abbia mai avuto e le loro sedi sportive sono ora probabilmente tra le migliori in Africa”, commenta Alfredo Romanos. Oltre agli atleti, anche le autorità locali sono rimaste più che soddisfatte dal lavoro svolto dall'azienda italiana. “La partnership tra Mondo e la FIBA ha facilitato l'omologazione delle strutture sportive e ha permesso il regolare svolgimento delle manifestazioni sportive”, ha dichiarato Florent Bah.

AfroBasket 2013

Dal 20 al 31 agosto 2013, il Palais des Sports de Treicheville ha ospitato la 27esima edizione di AfroBasket, il Campionato africano maschile di pallacanestro FIBA. L'evento si svolge ogni due anni e rappresenta la competizione di pallacanestro più importante del contente africano. Le squadre partecipanti sono state sedici. Nella finale per il primo posto il successo è andato all'Angola che, sconfiggendo l'Egitto 57-40, ha conquistato il suo undicesimo titolo continentale. Al terzo posto di è classificato il Senegal, che ha superato i padroni di casa della Costa d'Avorio di solo un punto (57-56). Le prime tre classificate si sono garantite un posto ai prossimi Mondiali di pallacanestro, in programma nel 2014. In passato Mondo è stato fornitore per le edizioni di Afrobasket che si sono disputate in Libia (2009) e in Madagascar (2011).

Progetti Simili