IN BREVE

Costruzione originale: 1909
Rinnovamento edificio: 1993
Posti a sedere: Oltre 4000
Partecipanti annuali: 125.000 studenti
Fondi raccolti: Attualmente oltre 50 milioni di dollari.
Caratteristica: Sede della National Track & Field Hall of Fame
Metri quadrati totali: 13.935 di cui 5574 per il New Balance Track & Field Center
Rifugio per senzatetto: 200 persone

 www.armorytrack.com

Architettura sportiva
(USA)

Da quando ha aperto i battenti, nel 1909, l'Armory di New York ha ospitato migliaia di atleti, con eventi documentati a partire dal lontano 1914. Qui sono stati battuti record mondiali negli anni Venti e Trenta dello scorso secolo, da atleti olimpionici e specialisti della corsa ai massimi livelli. Celebrità del calibro di Carl Lewis erano solite tentare di migliorare i propri tempi proprio all'Armory.

SCARICA NEL FORMATO PDF

Col passare degli anni la struttura è andata in rovina, ma nel 1993 tutto è cambiato: il dottor Norbert Sander e Michael Frankfurt hanno infatti trasformato un’idea in realtà. Oggi sono oltre 125.000 gli studenti che si allenano e gareggiano ogni anno sulla più affollata pista indoor degli Stati Uniti.

Riscrivere la storia

Qualche decennio fa tutti gli edifici adibiti ad armeria venivano costruiti per uso militare e, nei fine settimana, erano utilizzati per gli addestramenti della Guardia Nazionale. L’area centrale di questi edifici era chiamata "drill floor" (letteralmente "piano di trivellazione") e doveva essere abbastanza resistente da sopportare il traffico di obici, jeep ed equipaggiamenti pesanti.

“Quando l'amministrazione della città di New York nel 1993 ci ha consegnato le chiavi per iniziare i lavori di rinnovamento, c'erano 2.000 senzatetto che utilizzavano l'Armory come riparo”, racconta Michael Frankfurt. Gli amministratori cittadini li hanno spostati in altre sedi, così abbiamo iniziato a lavorare per trasformare l'edificio in ciò che è oggi".

Una stretta alleanza

L’idea iniziale alla base del progetto andava oltre le competizioni. “Volevamo costruire un centro di aggregazione completo per i giovani della città”, racconta Norbert Sander. “I programmi vertono sulle principali attività di atletica leggera, ma si spingono anche oltre. Vogliamo motivare e stimolare gli studenti, nonché ampliare i loro orizzonti. Abbiamo programmi accademici che completano la loro formazione standard, allo scopo di prepararli per l'università”.

Si tratta di una delle poche strutture permanenti per l'atletica leggera in questa regione. “La maggior parte delle altre strutture si realizzano attorno a un campo da pallacanestro o altre attività. Al Madison Square Gardens, ad esempio, viene installata una pista soltanto una volta all'anno e per il resto sono organizzati altri eventi. L'Armory è invece una struttura dedicata interamente ed esclusivamente alla pista".

Un vero e proprio miracolo

Presto si iniziò a parlare dell'Armory come del “Miracolo sulla 168^ strada”, poiché la struttura riacquistò la reputazione di centro sportivo internazionale che aveva un tempo, richiamando atleti da tutto il mondo. “È diventato la sede ambita da tutti i corridori grazie alla pista Mondo, che consente di realizzare tempi migliori”, afferma Frankfurt.

Oggi la pista Mondo dell'Armory si trova al terzo piano di un edificio di quattro. La prima galleria al 4° piano circonda la pista con 4000 posti a sedere. Al 2° piano due aree allungate consentono agli atleti di riscaldarsi prima di passare al terzo piano per le gare. Sempre al 2° piano si trova la National Track & Field Hall of Fame.

“L'annuale meeting universitario, il principale del Paese, attira atleti che puntano a qualificarsi per NCAA. Qui riescono a raggiungere il loro obiettivo, soprattutto grazie alla pista Mondo”.

Un altro indizio della crescita della struttura è il più recente appuntamento aggiunto al programma, i Millrose Games. “Si tratta del più famoso meeting di atletica leggera indoor al mondo” dice Frankfurt. “Negli ultimi 105 anni si è sempre tenuto al Madison Square Gardens, ma nel 2012 questo evento prestigioso si è spostato all'Armory di New York, che d'ora in poi ne sarà la sede permanente”.

Anche atleti al top della carriera vogliono essere di casa all'Armory di New York. “Che si tratti di una delle principali strutture al mondo è dimostrato dal fatto che gli olimpionici chiedono di poter utilizzare la pista, sia per meeting che per sessioni di allenamento” racconta Derrick Adkins, medaglia d'oro ai Giochi Olimpici, che in passato è stato responsabile del programma di atletica leggera e di sviluppo formativo presso l'Armory. “Alcuni anni fa gli olimpionici hanno iniziato a chiederci di poter gareggiare qui. Sebbene la struttura sia stata realizzata principalmente per l'utilizzo da parte degli studenti delle superiori e in parte delle università, la sua qualità è riconosciuta dagli atleti di tutti i livelli”.

Finanziamenti milionari

Per realizzare il rinnovamento, sviluppare e conservare i programmi a cui l'Armory deve la propria fama, nel 1993 ha avuto inizio una raccolta fondi di grandi proporzioni. Nell'arco di 13 anni la Fondazione Armory ha raccolto 24 milioni di dollari da enti pubblici e da privati. Nel 2012 questa cifra è salita a 50 milioni di dollari.

“Abbiamo quattro fonti di reddito”, spiega Sander. “Ad esempio ospitiamo 105 meeting di atletica all'anno, per ciascuno dei quali riceviamo un compenso. Poi ci sono i nostri sponsor commerciali, tutti di fondamentale importanza. E poi ancora le donazioni di enti pubblici e di privati. Senza dimenticare la nostra partnership con New Balance. Nel corso degli anni ho instaurato un rapporto con Jim Davis, CEO di New Balance. New Balance è stato un partner fondamentale per la crescita dell'Armory”.

Un altro partner importante per l'Armory è New York Roadrunners. “Si tratta dell'organizzazione che gestisce la Maratona di New York. Con il successo di questa maratona siamo stati in grado di ampliare la nostra visibilità, anche grazie al presidente e CEO del club, Mary Wittenberg. Supportiamo non soltanto i campioni della corsa, ma anche i bambini di 6 e 7 anni della scuola elementare e i ragazzi del programma di preparazione all'università. L'organizzazione Roadrunners e New Balance sono i due sponsor che ci permettono di crescere e svilupparci”.

Il programma Armory College Prep

L'"Armory College Prep" è stato fondato dalla medaglia d'oro olimpica Derrick Adkins e ora è guidato da Aliann Pompey. Questo programma è rivolto agli atleti-studenti delle scuole superiori della città di New York che necessitano di una mano per sfruttare appieno il proprio potenziale. Nel 2012 circa 250 studenti riceveranno il supporto accademico, la consulenza individuale e l'incoraggiamento necessario per essere ammessi all'università, nonché una visione chiara di come sostenere i costi.

Nell'ambito del programma "Armory College Prep" gli studenti mettono in pratica le competenze che acquisiscono come atleti: disciplina, dedizione e duro lavoro. Ciò li aiuta a superare gli ostacoli che incontreranno sulla strada verso il successo in ambito accademico e sociale. Il vantaggio è duplice e riguarda sia gli studenti, sia la comunità in cui vivono. Oltre il 95% degli studenti nel programma "Armory Prep" va all'università. Molti di loro sono i primi della famiglia a compiere questo passo.

Progetti Simili