IN BREVE

Data di completamento: 2011
Posti a sedere totali: 5.000
Sito web: www.ccsf.edu

Erba sintetica
(USA)

Negli ultimi 20 anni nessun allenatore di football universitario negli Stati Uniti ha ottenuto una percentuale di vittorie elevata come quella di George Rush, capo allenatore al City College di San Francisco.

SCARICA NEL FORMATO PDF

Dal 1990 all'inizio della stagione 2010, le squadre allenate da Rush hanno giocato 246 partite, vincendone 222 (con l'incredibile percentuale di vittorie del 90,2%).

Una storia piena di vittorie

Nel corso dei due decenni, la "macchina del football" ha anche conquistato 18 Campionati Football Conference e sei Campionati Nazionali, che si aggiungono ai due vinti dal college in precedenza. Nel 2010 la squadra è inoltre approdata al suo 19° Campionato Football Conference. Tuttavia, durante la stagione 2009 Rush si è reso conto che il manto erboso del campo da football del Rams doveva essere sostituito.

“Avevamo utilizzato il campo precedente per otto stagioni e la fibra era usurata”, racconta Rush. “Il riempitivo in gomma spuntava in superficie, così sembrava ci fossero delle macchie nere con un po' di verde in mezzo.
La sabbia nel campo si era spostata nel sottostrato e formava una specie di crosta, mentre le segnature bianche del campo erano quasi sparite a causa del nero emerso in superficie. In poche parole, il campo era in balia dell'usura”.

I Rams si allenavano e giocavano quindi su una superficie dura e "spenta", che non drenava più bene e nella quale lo spostamento del riempitivo rappresentava un notevole problema. Rush racconta che dopo gli allenamenti spesso le sue scarpe erano piene di pallini di gomma, a dimostrazione del fatto che il campo non vantava più le dovute caratteristiche di prestazione e sicurezza. Così, quando le autorità scolastiche decisero di sostituire il vecchio manto, una delle preoccupazioni principali fu quella di trovare un campo abbastanza resistente che potesse garantire anni di utilizzo ad una qualità elevata.

Perchè Mondoturf

“Volevamo essere certi di avere un campo che presentasse le innovazioni più recenti e un manto erboso all'avanguardia; inoltre volevamo rapportarci con un'azienda che vantasse una solida reputazione a livello di eccellenza nelle pavimentazioni sportive", spiega Rush. “Noi giochiamo al massimo livello del football universitario e avevamo bisogno di un campo che riflettesse la qualità del nostro gioco”.

Rush iniziò quindi a valutare le opzioni disponibili. Il suo interesse per una tecnologia di manto all'avanguardia lo indirizzò rapidamente verso i prodotti Mondo. Rush puntò immediatamente su tre innovazioni di Mondo: la rivoluzionaria fibra 3NX; l'esclusivo riempitivo Ecofill®; e l'innovativo manto termosaldato. La nuova tecnologia lo convinse del fatto che Mondo era la scelta giusta.

Mondoturf: un campo veloce.. come una Lamborghini

Il campo Mondo del City College di San Francisco fu installato nell'autunno del 2010: era il primo campo in fibra 3NX con riempitivo Ecofill® e manto termosaldato del Nord America.

Il campo incontrò immediatamente il favore degli studenti-atleti. I giocatori di football erano colpiti soprattutto dalla stabilità della nuova superficie. “Prima tutti dicevano che era come se sotto ci fossero dei detriti, non della gomma”, dice Rush. “Inoltre, diversamente dal nostro vecchio campo, il riempitivo non si sposta; e non schizza via”.

I giocatori si sono anche accorti che il nuovo manto artificiale è notevolmente più veloce di quello precedente. “Volevamo un campo veloce e il campo Mondo è molto, molto veloce. È la Lamborghini dei campi. È il meglio”, dichiara Rush.

Bello come un manto erboso naturale

Inoltre, dice Rush, il campo Mondo ha rivelato un miglioramento a livello estetico rispetto a quello precedente. La qualità delle segnature, dei loghi e delle zone limite del campo riflette la prestazione superiore delle squadre di football del City College di San Francisco , mentre la fibra 3NX a due colori rendono il campo più simile a un manto erboso naturale rispetto ad altri campi artificiali. “I nostri giocatori ne adorano l'estetica”, dice “e amano giocare sul nuovo campo”.